Assicurazione professionale avvocati

Assicurazione professionale avvocati

Con la riforma delle professioni del 2012, DPR 137, il lavoro dei professionisti iscritti ad Albo è cambiato.

Questa disposizione di legge ha introdotto l’obbligo per tutti i professionisti iscritti ad un Albo di dotarsi di un’assicurazione di Responsabilità Civile Professionale. 

Dunque, anche la categoria degli avvocati rientra tra coloro che, per esercitare, devono essere dotati di una polizza professionale. Una copertura volta a tutelare il professionista e il suo patrimonio da possibili richieste di risarcimento legate ai danni causati a terzi, nel corso dello svolgimento delle mansioni professionali.

lokky

Lokky Assicurazione Avvocato Prodotto TOP

Un prodotto completo dedicato agli avvocati
Preventivo veloce e senza impegno.
Leggere la documentazione informativa prima della sottoscrizione

Infatti gli avvocati, nel corso della loro carriera, corrono molti rischi e pericoli: possono involontariamente redigere un’errata strategia di gestione di una causa, non raccogliere correttamente dati e documenti del cliente, scordarsi di depositare degli atti, omettere un informativa del cliente sull’andamento del processo o delle trattative, sbagliare una valutazione della legittimazione attiva e passiva, non svolgere correttamente un mandato, oppure omettere o tardare un’iscrizione a ruolo della causa. Tutti errori che possono dare adito a richieste di risarcimento da parte di clienti che non si sentono soddisfatti dell’operato del loro avvocato. 

Risulta evidente che l’unico modo per gli avvocati di potersi proteggere da situazioni di rischio è aver sottoscritto un’adeguata polizza di RC professionale come la copertura RC Avvocati. Solamente stipulando una polizza avvocati su misura è possibile tutelare sé stessi, i propri collaboratori e clienti, il proprio patrimonio e il buon andamento del business. Questo negli ultimi anni, fortunatamente, risulta più semplice grazie all’avvento del digitale, che ha consentito a compagnie e broker assicurativi di fornire coperture assicurative al 100% personalizzate e digitali, basate solo sulle reali esigenze dell’assicurato. 

Chi deve stipulare la coeprtura RC Avvocati

La legge ha imposto l’obbligo assicurativo di polizza per la Responsabilità Civile Professionale per tutti i professionisti regolarmente iscritti al proprio Albo di competenza, per poter svolgere in sicurezza e serenità il proprio lavoro. Obbligo che vige perciò anche per gli Avvocati abilitati. Questi professionisti devono sempre disporre, infatti, di una regolare garanzia assicurativa nel momento in cui accettano un nuovo cliente. 

Per un l’avvocato, ovvero un professionista ad alto rischio, stipulare un pacchetto assicurativo personalizzato in grado di proteggere la propria attività professionale e il proprio patrimonio in caso di richieste di risarcimento da parte di clienti è a dir poco fondamentale. 

È tenuto a stipulare un’assicurazione RC Avvocati:

  • Ogni professionista iscritto regolarmente all’Albo Avvocati ed eserciti regolarmente la professione;
  • Ogni studio associato, società e associazione professionale che copra con la polizza i partner, i soci e i collaboratori che svolgono l’attività professionale per loro conto.

I pericoli da cui la RC Avvocati ti tutela 

Gli Avvocati possono stipulare una polizza RC Avvocati basata sulle proprie necessità. Le ipotesi più frequenti di responsabilità del professionista riguardano il mancato compimento di un atto che, invece, era dovuto, ad esempio, la mancata proposizione dell’impugnazione che ha determinato il passaggio in giudicato della sentenza o l’omesso compimento di atti interruttivi della prescrizione.

Lokky salvaguarda però gli Avvocati attraverso un’offerta modulare che consente al professionista di selezionare garanzie e opzioni in autonomia per realizzare una polizza su misura e ottimizzare il budget. In caso di richieste di risarcimento per danni causati ai clienti, per negligenza, imprudenza o imperizia durante lo svolgimento della professione, la polizza è stata studiata per tutelare il patrimonio e l’andamento del lavoro degli avvocati.

La polizza RC Avvocati permette di scegliere un massimale compreso tra €1Mln e € 10Mln, a tutela del singolo avvocato o studio professionale. Inoltre, è possibile includere diverse garanzie aggiuntive, come la copertura Danni a Immobile e Contenuto e Cyber Risk.

La polizza RC Avvocati al fianco quotidiano degli Avvocati 

Lokky in pochi minuti garantisce agli avvocati la possibilità di salvaguardarsi dai rischi professionali. Ottieni una garanzia al 100% personalizzata rispondendo a domande sulla tua attività lavorativa all’interno della sezione Preventivo. Domande semplici e coincise che permettono all’algoritmo proprietario di fornire il prezzo e le coperture selezionate nel dettaglio da Lokky.

Personalizza il tuo pacchetto assicurativo in modo rapido e definisci la polizza su misura per la tua attività professionale. Troverai salvato il preventivo finale e il relativo prezzo bloccato una volta completato l’intero questionario e aver fornito i tuoi dati di contatto e anagrafica. Infine per ottenere e attivare la polizza è sufficiente procedere con l’acquisto selezionando una modalità di pagamento tra carta di credito, PayPal o bonifico. 

Grazie all’emissione diretta fornita da Lokky, l’attivazione partirà dalle ore 24 dello stesso giorno in cui è stato effettuato il pagamento o dalle ore 24 del giorno stabilito in polizza. I clienti possono accedere e scaricare tutti i documenti all’interno della sezione Gestione Polizze della propria Area personale.

Esistono dei requisiti minimi per la polizza professionale avvocati?

Si, il Ministero della Giustizia ha definito dei requisiti minimi affinché la polizza sia valida, quindi se state cercando un prodotto che copra la vostra attività di avvocato dovete cercare tra quelli appositamente creati per la vostra categoria. Non va bene una qualunque polizza di rc professionale, deve rispettare determinati requisiti. Oggi approfondiamo le varie soluzioni disponibili nel mercato dei prodotti di assicurazione professionale per gli iscritti all’albo degli avvocati.

Massimali minimi assicurazione avvocato

La polizza rc per gli avvocati deve avere un massimale minimo definito in base alla “fascia di rischio”. Il fatturato e l’operare individualmente o in forma collettiva sono i due fattori che determinano la fascia di appartenenza.

Per fasce di rischio A-F

A: attività svolta in forma individuale con fatturato (ultimo esercizio chiuso) non superiore a € 30.000
Massimale minimo: 350.000€ per sinistro e per anno assicurativo

B: attività svolta in forma individuale con fatturato (ultimo esercizio chiuso) non superiore a € 70.000
Massimale minimo: 500.000€ per sinistro e per anno assicurativo

C: attività svolta in forma individuale con fatturato (ultimo esercizio chiuso) superiore a € 70.000
Massimale minimo: 1.000.000€ per sinistro e per anno assicurativo

D: attività svolta in forma collettiva (società o studio associato) con fatturato (ultimo esercizio chiuso) non superiore a € 500.000
Massimale minimo: 1.000.000€ per sinistro e 2.000.000€ per anno assicurativo

E: attività svolta in forma collettiva (società o studio associato) con fatturato (ultimo esercizio chiuso) superiore a € 500.000
Massimale minimo: 2.000.000€ per sinistro e 4.000.000€ per anno assicurativo

F: attività svolta in forma collettiva (società o studio associato) con oltre 10 professionisti
Massimale minimo: 5.000.000€ per sinistro e 10.000.000€ per anno assicurativo

Retroattività garanzia rc avvocato

Altro requisito espressamente richiesto è che la polizza deve prevedere la retroattività illimitata e l’ultrattività di almeno dieci anni per gli avvocati che cessano l’attività nel periodo di vigenza della garanzia.

Per retroattività si fa riferimento al periodo precedente l’inizio della decorrenza della copertura assicurativa: con la retroattività illimitata, l’avvocato è coperto anche per errori ed omissioni, di cui sia civilmente responsabile in termini professionali, commessi in un periodo precedente la data di stipula del contratto (ma solo se non ne era a conoscenza).

Assicurazione rc avvocati

Polizze Claims Made e Loss Occurence

Per essere in regola con le disposizioni del ministero di giustizia, la polizza dovrà essere “Claims Made”: questo significa che la garanzia opera per tutto il periodo di copertura e per eventi che si sono verificati nel passato (se la retroattività è illimitata, non c’è una data limite). Requisito necessario è che il professionista non era a conoscenza prima della stipula della polizza.

Le polizze “Loss Occurence” (che non vanno bene per un avvocato) coprono sinistri in cui l’errore professionale è avvenuto durante il periodo di validità della polizza. Le Claims Made invece operano in base alla data di denuncia del sinistro.

Quali sono le garanzie di un’assicurazione avvocati?

Responsabilità civile del professionista

La garanzia principale e primaria di una polizza professionale per avvocato è quella di responsabilità civile, deve quindi coprire tutti i danni che il professionista provoca a terzi in modo colposo. I danni possono essere di natura patrimoniale, non patrimoniale, permanenti, temporanei,  indiretti, futuri. Tra i “terzi” non sono mai compresi familiari e collaboratori.

La garanzia deve operare anche per danni derivanti dalla custodia di documenti, somme di denaro, titoli e valori ricevuti in deposito dai clienti o dalle loro controparti processuali.

Per attività oggetto di copertura ci si riferisce a quella tipica dell’avvocato, quindi tutte le azioni connesse all’esercizio della professione e alla conduzione del proprio studio legale. Se l’avvocato è abilitato ad altre attività e desidera che anche queste siano in copertura, dovrà comunicarlo espressamente e pattuire un’estensione della copertura assicurativa.

RC dei collaboratori dell’avvocato

La garanzia deve operare anche per la rc derivante da atti colposi o dolosi di dipendenti, praticanti, collaboratori ecc…

Responsabilità solidale dell’avvocato

Nel caso in cui l’avvocato sia corresponsabile solidalmente con altri soggetti, l’assicurazione deve prevedere la copertura della responsabilità dell’avvocato per l’intero danno, ma poi avrà il diritto di rifarsi nei confronti dei condebitori solidali.

Assicurazione infortuni obbligatoria?

Oggi, mentre scrivo questo post, non vi è più l’obbligo per l’avvocato di stipulare una polizza infortuni. Resta in vigore invece l’obbligo di assicurazione per gli infortuni che possono occorrere a collaboratori, praticanti e dipendenti, qualora questi non siano già sotto copertura INAIL.

Quindi per il professionista non c’è più obbligatorietà, tuttavia è sempre caldamente consigliato per chi lavora autonomamente avere una buona copertura per gli infortuni.

Come si sceglie una polizza professionale per l’avvocato?

Le polizze professionali vengono spesso sottovalutate, sembrano quasi una formalità ed una spesa necessaria solo per avere i requisiti per operare come avvocato. Niente di più sbagliato.  Purtroppo gli imprevisti capitano e in quei casi è bene essere coperti in modo corretto, da compagnie serie.
Posto che i massimali minimi sono predefiniti per legge, io non andrei comunque sotto i 500.000€. La franchigia (parte del danno che resta a carico dell’assicurato) deve essere bassa. La media è 1000€, meglio se è 500€.

Prima di sottoscrivere leggere sempre con attenzione il set informativo precontrattuale che contiene tutte le condizioni, le esclusioni (casi in cui la garanzia non opera), le modalità di rinnovo (può esserci il tacito rinnovo) e quelle per la denuncia del sinistro.

Quanto costa?

Dipende dalla compagnia selezionata e dalla fascia di rischio cui appartenete.