assicurazione rischi catastrofali

Assicurazione obbligatoria rischi catastrofali per Imprese: terremoti, alluvioni, frane, …

L’Italia è il paese europeo più vulnerabile alle catastrofi naturali, quali terremoti, alluvioni, frane, inondazioni ed esondazioni, lo rivela uno studio condotto dal Disaster Risk Management Knowledge Centre (DRMKC) del Joint Research Centre (JRC) della Commissione europea, che si basa su dati di Eurostat, World Bank, Corine, Università di Göteborg e UNESCO.

lokky

Lokky Assicurazione rischi catastrofali Prodotto TOP

Un prodotto completo dedicato alle imprese
Preventivo veloce e senza impegno.
Leggere la documentazione informativa prima della sottoscrizione

Scarsa protezione assicurativa in Italia

L’Italia si trova di fronte a un bivio cruciale nella gestione dei rischi catastrofali, con un ramo assicurativo danni sorprendentemente sottosviluppato, nonostante una forte impronta nel settore assicurativo vita. Il paese condivide con la Grecia il più alto divario di protezione e l’esposizione più alta ai rischi, riflettendo una scarsa penetrazione assicurativa, soprattutto nei settori terremoti e alluvioni.

Impatto economico legato alle catastrofi naturali

A livello mondiale, le perdite causate da catastrofi naturali nel 2023 ammontavano a circa 250 miliardi di dollari, con solo una frazione risarcita dalle assicurazioni (solo 95 risarciti dalle assicurazioni). In Europa le perdite ammontano a 83 miliardi di dollari e solo 17 miliardi erano assicurati. In Italia, facendo il conto degli ultimi dieci anni, il valore delle perdite causate dai disastri naturali è pari a 35 miliardi di dollari.

Intervento normativo con la Legge di Bilancio 2024 a tutela delle imprese

Questa situazione ha portato nel nostro Paese alla necessità di un intervento normativo che si è concretizzato nella Legge di Bilancio 2024, nella quale è stato introdotto l’obbligo per le imprese con sede legale in Italia di assicurarsi contro eventi catastrofali entro il 31 dicembre 2024. La misura riguarda, come detto, le imprese con sede legale in Italia e anche quelle estere con una stabile organizzazione nel paese, indipendentemente dalla forma giuridica sotto la quale operano. L’ambito di applicazione si estende ai danni a terreni e fabbricati, impianti e macchinari, nonché attrezzature industriali e commerciali.

La normativa risulta a dir poco cruciale soprattutto per le microimprese (meno di 10 occupati) e le PMI (fino a 49 occupati): la loro sottoassicurazione contro i principali rischi naturali rischia di compromettere la stabilità e la resilienza di un tessuto imprenditoriale già messo alla prova da condizioni economiche variabili e da un contesto climatico in evoluzione.

Sanzioni e obblighi per le imprese

Per le imprese inadempienti sono previste sanzioni da 200 mila a 1 milione di euro, con l’esclusione da contributi, sovvenzioni o agevolazioni pubbliche. Mentre per le compagnie assicurative, che hanno il compito di offrire la stipula o il rinnovo di polizze catastrofali con un contratto assicurativo che deve avere premi proporzionali al rischio e può includere una franchigia fino al 15% del danno, in caso di mancato rispetto dell’obbligo di legge possono incorrere in multe da 100mila a mezzo milione di euro.

Tutela la tua attività anche dai rischi catastrofali con Lokky

Sostenere i clienti dai rischi quotidiani, anche dalle catastrofi naturali, è uno dei valori su cui si basa l’offerta Lokky. Tutti i giorni, attraverso lo sfruttamento del suo algoritmo proprietario propone a Piccole Imprese, Professionisti e Freelance servizi assicurativi al 100% digitali e personalizzati. Tutte le polizze vengono realizzate basandosi sui loro reali bisogni assicurativi.

Andrea

Laureato in Economia e Management, oggi sono un Broker Assicurativo e Digital Marketer: studio e lavoro ogni giorno per trovare le migliori soluzioni assicurative e finanziarie.

Leggi ancora

Post navigation