Andrea TobanelliAssicurazioni, Finanza, Digital Marketing
Assicurazione sanitaria a New York: le migliori polizze viaggio

Assicurazione sanitaria a New York: le migliori polizze viaggio

assicurazione sanitaria new-york

Una delle destinazioni più popolari al mondo è New York City, città senza tempo che sfugge a tutti gli stereotipi che saltano in mente a chi non l’ha mai visitata.

New York non è una semplice megalopoli, ma una città dall’architettura sorprendente, ricca di musei e collezioni d’arte invidiate da tutto il mondo. Impossibile annoiarsi, credo sia una delle città che necessitano più giorni per essere visitata in modo esaustivo. A New York sono stato tante volte e ogni volta riesce a sorprendermi a farmi scoprire qualcosa di nuovo.

Ma veniamo al tema del post, l’assicurazione sanitaria per New York

Assicurazione viaggio per New York City

Siamo negli Stati Uniti d’America, quindi tutti sappiamo che l’assistenza medica è sempre a pagamento ed ha costi a dir poco esagerati. Anche un intervento banale come quello per un polso slogato, per fare un’esempio, può costare diverse migliaia di dollari.

Quindi mai fare l’errore di viaggiare a New York (e nel resto del mondo) senza una buona assicurazione viaggio.

andrea

Mi chiamo Andrea Tobanelli e oltre ad essere un viaggiatore, sono un consulente assicurativo regolarmente iscritto al RUI ().
Ho selezionato quelle che reputo le migliori proposte per l’assicurazione viaggio

Vedi le polizze viaggio

Viaggiare sicuri a New York City

Dopo la pandemia da sars-cov2 tutti hanno compreso due cose fondamentali: che la polizza multi rischio di viaggio è un prodotto essenziale e che prima di viaggiare occorre sempre informarsi sulla fattibilità del viaggio e sulle regole d’ingresso.

Erano tutti concetti in realtà già noti ai più, ma la pandemia e l’incertezza che ha scatenato li ha messi ancora più in evidenza.

Copertura da covid-19

Ormai buona parte dei prodotti di assicurazione viaggio prevedono la copertura delle spese mediche anche in caso di covid-19. Alcuni brand (come Frontier Assicurazioni) danno anche la possibilità di ottenere un certificato tradotto in inglese dove è specificata anche la garanzia relative alle spese mediche da covid-19

Naturalmente il consiglio è, almeno finché il sars-cov2 non sarà sconfitto, di scegliere solo prodotti che comprendano anche il covid-19

Operatività delle polizze

Affinché un prodotto di assicurazione viaggio sia operativo al 100%, occorre che non ci siano blocchi o limitazioni al viaggio; quindi il contranete dovrà verificare:

  • che la destinazione oggetto del viaggio (in questo caso USA e New York City) non siano oggetto di sconsiglio da parte della Farnesina
  • che il viaggio sia compatibile con le disposizioni di legge italiane e statunitensi

Se sussistono i requisiti di fattibilità del viaggio e quindi non ci sono blocchi o limitazioni, le polizze possono operare.

Se non sapete come reperire tali informazioni, che non vi possono essere date dalle assicurazioni, visitate il sito ministeriale http://www.viaggiaresicuri.it/, mentre scrivo c’è anche la possibilità di compilare un questionario per comprendere la fattibilità del viaggio.

Requisiti per una buona polizza viaggio per NYC

Un’assicurazione viaggio di qualità è la base di ogni viaggio fuori dall’Italia, anche se andiamo in Francia.

Negli USA tutti sanno che le spese mediche, anche per emergenze, sono costosissime; ma un buon prodotto multi-rischio di viaggio può tornare utile in molte altre casistiche.
Quanto può essere importante avere:

  • un centrale emergenze sempre attiva e sita in Italia
  • un consulto medico telefonico
  • un interprete a disposizione
  • la coperture delle spese di rientro sanitario
  • la coperture delle spese di rientro d’emergenza
  • la coperture delle spese mediche con massimali adeguati agli USA (>500.000€)
  • cure odontoiatriche urgenti

Inoltre, ricordate sempre:

  • che la polizza va sottoscritta prima di partire e non se si è già all’estero
  • i prodotti selezionati sono per residenti in Italia
  • occorre partire dall’Italia e rientrare in Italia a fine viaggio
  • questi prodotti non servono per andare a curarsi all’estero ma coprono emergenze inattese all’estero

Sicurezza a New York

Premetto che non parlerò di emergenze mediche contingenti, per questi argomenti approfondite il sito http://www.viaggiaresicuri.it/.

New York City non è più la città pericolosa che era tra gli anni ’70 e ’80; dopo la cura Giuliani il crimine è decisamente sotto controllo e girare per la città, ovviamente nelle zone trafficate dal turismo è assolutamente sicuro: si corrono gli stessi rischi che in una metropoli europea.

Ci sono ancora quartieri un po’ difficili, come ad esempio Brownsville a Brooklyn o Fordham nel Bronx, per citarne due. Ma sono comunque lontani dai circuiti turistici, non c’è ragione di finire li nel vostro itinerario. Naturalmente vale sempre la pena stare vigili e comportarsi in modo intelligente.

Di sera vale la pena evitare parchi, spiagge e zone isolate. Se siete un gruppo di sole donne siate ancora più prudenti.

Ricordo che il numero da comporre in caso di emergenza è il 911.

CondividiFacebookTwitter
Scritto da
Andrea
Andrea Tobanelli

Cosa pensi della nostra consulenza gratuita?