Andrea TobanelliAssicurazioni, Finanza, Digital Marketing
FTX Exchange criptovalute: opinioni e recensione

FTX Exchange criptovalute: opinioni e recensione

ftx recensione opinioni

Mini guida all”Exchange FTX

Attualmente i miei due exchange di criptovalute preferiti sono Binance e FTX.

Oggi parleremo del secondo, un exchange tra i più affidabili nel settore che ha fatto della compliance il suo cavallo di battaglia. Altri punti di forza, come vedremo, sono le basse fee per le operazioni e la completezza in termini di funzionalità.

Prima di proseguire vi lascio il link (con sconto sulle commissioni) per registrarsi a FTX: www.ftx.com

FTX: informazioni utili

Iniziamo col dire che FTX è ben più di un semplice exchange di criptovalute ma è una piattaforma che propone numerosi servizi finanziari, il tutto con commissioni davvero molto contenute.
Mentre scrivo questo articolo, FTX, è al terzi posto per volumi, appena dietro Coinbase e molto distante da Binance che occupa la prima posizione per volumi di scambi.

Parliamo quindi di un top3, fondato da Sam Bankman-Fried, uno dei personaggi più ammirati nel panorama crypto e da poco eletto come under 30 più ricco al mondo.
FTX ha sede alle Bahamas ed opera legalmente in numerosi paesi nel mondo, tra cui Italia e Stati Uniti d’America (qui in una versione differente e senza strumenti derivati vietati dalla SEC).
La piattaforma è registrata e licenziata dalla Bahamas Securities Commission.

Da sempre è nota la volontà dell’exchange a collaborare con le autorità che regolano i mercati finanziari dei vari paesi, in modo da rispettare a pieno la legge in tutte le nazioni dove opera: la compliance è una delle priorità dichiarate per FTX.

Oggi FTX propone tantissime funzionalità che vanno ben oltre il semplice acquisto/vendita di criptovalute: troviamo derivati (futures, perpetual – anche con leva), azioni tokenizzate, lending – earn, NFT, …

FTX è affidabile?

Come si dice, nella vita di sicuro c’è sola morte. Detto ciò è attualmente impossibile pensare che FTX sia una piattaforma a rischio default.
FTX è sicuro, compliante con le autorità, ha importanti volumi ed un modello di gestione sostenibile che non lo mettono a repentaglio nemmeno nei peggiori periodi di bear market.

Naturalmente lasciare le proprie criptovalute in un exchange equivale a non possederle in modo effettivo, esattamente come quando depositiamo i nostri soldi in banca. Diventano dell’istituto che li detiene per tuo conto.
Sicuramente i prodotti di lending possono incentivare al deposito, al fine di ottenere una rendita che non avreste tenendo i fondi in una wallet privato.

Chi è in grado di operare con strumenti finanziari derivati troverà in FTX una piattaforma davvero ben fatta. Mi raccomando, se non conoscete i prodotti finanziari in questione, non avventuratevi altrimenti finirete per perdere il vostro denaro.

Registrarsi su FTX.com

La prima cosa è navigare nella pagina di registrazione di FTX, nel suo unico sito ufficiale: www.ftx.com
con questo link si ha diritto a fee scontate del 5%

Si inizia inserendo un email ed una password (che mi raccomando deve essere sicura) oppure si può procedere attraverso il proprio account Google o Apple.

Quindi si dovrà continuare nel processo di registrazione seguendo i passi richiesti da FTX: il KYC è in linea con i dati previsti dalle normative europee. Mi raccomando di inserire informazioni veritiere ed aggiornate.

A questo punto dovrete inserire la copia di un vostro documento di identità in corso di validità e una panoramica del vostro volto (processo che come vedrete può essere effettuato temporaneamente da smartphone, per poi terminare nuovamente da pc).

Terminata la registrazione arriverà una email di conferma: potrete fare quindi login e iniziare ad operare. Se interessati alle azioni tokenizzate occorre un ulteriore livello di KYC.

Mi raccomando, abilitate tutte le misure di sicurezza per proteggere il vostro account (autenticazione a due fattori, password prelievi ecc) e loggatevi solo da dispositivi sicuri e connessioni private. Bastano poche accortezze per non finire nei guai, occhio a email e messaggi di phishing.

Funzionalità principali di FTX

Come abbiamo detto, FTX non è solo un exchange dove acquistare e vendere crypto (tra le oltre 100 listate) ma anche una piattaforma di trading su strumenti derivati.
Inoltre ha annunciato l’arrivo di una carta di debito (FTX Card): non c’è una data certa e non si conoscono ancora le caratteristiche, ma sarà una novità interessante.

Non dimentichiamo inoltre i landing, ovvero mettere a rendita bloccando in modo flessibile i propri risparmi: questo non è però disponibile per tutte le cryptovalute.
Infine ricordiamo la possibilità di tradare azioni tokenizzate, quindi token su blockchain che replicano il valore di un titolo azionario.

Depositare fondi per acquistare criptovalute, fare trading o azioni tokenizzate

Potete depositare euro (o fiat) nella piattaforma attraverso bonifico sepa, carte di debito, bonifico istantaneo. Si possono prelevare fondi sempre tramite bonifico.

Per le fee (comunque molto contenute rispetto alla media) per prelievi, depositi, operazioni, raccomando di leggere le condizioni più aggiornate: è inutile che le scrivo qui e poi vengono modificate.

Acquistare e vendere crypto: mercato spot

L’acquisto o la vendita semplice di criptovalute in cambio di euro o dollari (monete FIAT) o stablecoin è detto mercato spot. Si tratta di un vero e proprio acquisto (o vendita) di token ai fini della detenzione o per altre operazioni.

Ci sono numerosissime coin listate, tutte le principali come Bitcoin, Ethereum, BNB, Solana, USDC, USDT, … se ne cercate una tra quelle con minore market cap controllate se è listata o meno.
Per acquistare una criptovaluta (o venderla o scambiarla) dovrete cliccare su converti oppure su spot e, in quest’ultimo caso, piazzare un ordine.

Se si vuole acquistare al prezzo di mercato si piazza un ordine market order.
Se invece si vuole acquistare ad un prezzo inferiore (sperando che la cripto in questione perda valore rispetto al corrispettivo scelto), dovrò mettere un limit order.

A questo punto avrete nel portafogli spot le criptovalute acquistate. Potete trasferirle su altri wallet esterni pagando le fee in base alla blockchain che utilizzerete.

Derivati: Perpetual e Future, trading su stock tocken

Gli utenti più “avanzati” possono godere dell’ottima piattaforma di trading che è FTX. Se non sapete cosa sono, andate a studiare e non provate a “investire qualcosa”, perdereste tutto dopo poco.

Rendita passiva su FTX

Nel portafogli spot vedrete che buona parte dei token possono essere messi a rendita prestandoli (lending); i tassi non sono fissi ma variano.
In corrispondenza della coin di interesse basta cliccare su “lending” e impostare il tasso minimo annuo (o orario) a cui si vuole prestare. Qualora il tasso annuo fosse più alto prendereste questo e non quello minimo inserito. Se inserite un tasso troppo alto nessuno prenderà in prestito il vostro denaro.

Potete annullare la vostra offerta in qualsiasi momento. Tuttavia, se i vostri fondi sono abbinati a un mutuatario, gli stessi rimarranno bloccati per un massimo di 1 ora dopo la cancellazione dell’offerta.

Per FTT (la coin di FTX), Solana e poche altre, c’è anche possibilità di staking.

Conclusioni su FTX

FTX è uno dei migliori exchange al mondo, insieme a Binance è perfetto anche per piccoli investitori.

Prima di lasciarvi, lascio il link (con sconto sulle commissioni) per registrarsi a FTX: www.ftx.com

FTX Exchange

8.8

Voto Globale

8.8/10
CondividiFacebookTwitter
Scritto da
Andrea
Andrea Tobanelli

Cosa pensi della nostra consulenza gratuita?